CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Coppa Italia: qualificazione con il brivido

COPPA ITALIA ECCELLENZA 2018/19
Ottavi di finale gara ritorno
1 settembre 2018

SAN LUIGI - PRO GORIZIA  5-4 d.cr. (0-1; 1-1)

Marcatori: Piscopo Luca (PG) 45' pt; Muiesan (SL) 40' st.

Rigori: Piscopo Marco (PG) gol; Giovannini (SL) gol; Manfreda (PG) palo; Male (SL) parato; Piscopo Luca )PG) gol; Tentindo (gol); Pillon (PG) gol; Carlevaris (SL) gol; Klun (PG) palo; Gridel (SL) gol.

Sono i calci di rigore a decidere il passaggio del turno ai quarti di finale tra San Luigi e Pro Gorizia, con i bianocverdi che si impongono per 5 a 4 dopo l' 1 a 1 che aveva chiuso i tempi regolamentari. Decisivi i legni della porta difesa da Furlan, subentrato "scaramanticamente" a Jugovac prima della lotteria dei rigori, e il penalty vincente di Gridel che vale il successo sanluigino. Qualificazione quindi sofferta ma ampiamente meritata quella dell'undici di mister Sandrin, costretto a fare i conti con diverse defezioni specialmente nella zona nevralgica del campo. 4-4-1-1 il modulo prescelto dal mister sanluigino con Jugovac fra i pali; Potenza, Male, Giovannin e Radisavljevic in difesa; Ianezic, Cottiga, Disnan e Tentindo a metà campo; davanti Carlevaris agisce alle spalle del terminale offensivo che è Muiesan.

Così come nella gara d'andata giocata al Campagnuzza sono i biancoverdi a prendere in mano le redini del match, imponendo il proprio ritmo e assestandosi nella trequarti avversaria, mentre la compagine di mister Coceani agisce prevalentemente di rimessa mettendo comunque spesso ansia alla retroguardia dei padroni di casa con la velocità dei propri attaccanti. La prima palla gol porta la firma di Disnan, la cui conclusione sorvola la traversa della porta difesa da Maurig. La replica ospite arriva al 16° quando è Acampora da alzare troppo la mira da buona posizione all'interno dei sedici metri sanluigini. La gara scorre via veloce con il San Luigi che cerca di scardinare l'attenta difesa goriziana e con i biancazzurri isontini che si chiudono bene e ripartono con rapide manovre ben controllate dal duo Giovannini - Male. Al 42° è Ianezic a provare la conclusione poco fuori area, ma la sua mira è leggermente imprecisa con palla che sorvola la traversa. Proprio allo scadere la Pro Gorizia beneficia di un calcio di punizione piuttosto dubbio: fra le proteste sanluigine Acampora batte velocemente e mette la palla a centro area dove Luca Piscopo non ha difficoltà ad infilare Jugovac: 1 a 0 per la Pro Gorizia e squadre negli spogliatoi per l'intervallo.

La ripresa vede mister Sandrin accomodarsi in tribuna poichè espulso per le reiterate proteste durante il rientro negli spogliatoi. Il San Luigi è costretto ad attaccare e quindi alza ancor più il proprio baricentro, mentre la Pro Gorizia forte del vantaggio si chiude sempre più a riccio davanti a Maurig. Al 10° primo cambio tra le fila sanuigine con Reder che prende il posto di Cottiga. Un minuto dopo brivido per Jugovac quando la conclusione di Battaglini è fuori di poco. La gara prosegue con il San Luigi che attacca a testa bassa ma senza riuscire a trovare il varco giusto per mettere le punte in condizione di impensierire il numero uno isontino. Al 24° mister Sandrin decide di conferire ancor maggior potenziale offensivo alla propria squadra inserendo Gridel al posto di Potenza. Ed è proprio il neo entrato ad avere la ghiotta opportunità per il pareggio quando sfrutta una pennellata di Carlevaris e calcia a botta sicura centrando in pieno l'incrocio dei pali. Al 33° esce Radisavljevic per far posto all'altro baby Fabris, per un San Luigi sempre più a trazione anteriore. Subito dopo però un brivido corre sulla schiena dei sanluigini quando Hoti se ne va in contropiede, salta Jugovac in uscita e calcia a botta sicura con Giovannini che in spaccata salva sulla linea. Ormai quello sanluigino è un assalto all'arma bianca con spazi che diventano praterie per le punte della Pro Gorizia. Infatti al 37° è nuovamente Hoti a essere lanciato in contropiede e questa volta è provvidenziale Jugovac che sceglie alla perfezione il tempo dell'uscita sui piedi dell'attaccante biancazzurro. Il meritato pareggio sanluigino arriva al 40° quando un'indecisione su una palla lunga tra i centrali e Maurig in uscita, consente a Carlevaris di spizzare la palla di quel tanto che serve per mettere Muiesan nella condizioni di calibrare il pallonetto che vale l' 1 a 1. I biancoverdi ci credono e sulle ali dell'entusiasmo al 48° sfiorano il colpaccio quando sugli sviluppi di un corner la palla arriva sui piedi di Male, il quale scaglia un siluro che si stampa sul palo salvando Maurig dalla capitolazione. E' l'ultima emozione prima dei calci di rigore, con Furlan, portiere para rigori, che poco prima del 90° va a difendere la porta biancoverde rilevando l'ottimo Jugovac. Dal dischetto per la Pro Gorizia segnano i due Piscopo e Pillon, mentre i tiri di Manfreda e Klun finiscono sul palo; per il San Luigi l'unico errore è di Male che si fa parare il tiro da Maurig, mentre vanno a bersaglio Giovannini, Tentindo, Carlevaris e Gridel che realizza il decimo decisivo rigore e consegna ai biancoverdi l'accesso ai quarti di finale dove affronteranno il Comunale Fontanafredda che ha superato gli ottavi battendo ai rigori il Cordenons. 

SAN LUIGI: Jugovac (Furlan 43' st), Potenza (Gridel 24' st), Radisavljevic (Fabris 33' st), Male, Disnan, Giovannini, Tentindo, Cottiga (Reder 10' st), Carlevaris, Muiesan, Ianezic. (Kozmann, Norbedo, Crosato). All. Sandrin.

Espulso: Sandrin.

 

 

 

 

Stampa