CAMPIONI NAZIONALI JUNIORES 2004 - AFFILIATO: F.I.G.C. - C.O.N.I. C.A.S. - SCUOLA CALCIO RICONOSCIUTA

Eccellenza - Biancoverdi beffati al 93° e la Pro Gorizia si avvicina

CAMPIONATO 2018-2019
CATEGORIA ECCELLENZA
15^ giornata
16 dicembre 2018

GEMONESE - SAN LUIGI  1-1 (0-1)

Marcatori: Ciriello (SL) 6' pt; Arcon (G) 48' st.

Il pareggio per 1 a 1 ottenuto a Gemona, con la rete subita in piena zona Cesarini, conclude un girone d’andata strepitoso per il San Luigi, che già dalla scorsa domenica si era fregiato del platonico titolo di campione d’inverno. Il bilancio della prima parte della stagione parla chiaro: 11 vittorie e 4 pareggi, quindi nessuna sconfitta; 30 reti all’attivo per il miglior attacco, 10 reti subite quale miglior difesa; Gianluca Ciriello capocannoniere del girone con 10 reti segnate; quindi numeri eccezionali per quello che è stato un cammino incredibile in questa prima parte di campionato. Ma alle spalle l’altra grande protagonista, la Pro Gorizia, non molla di un centimetro, anzi riduce a soli due punti il gap con il primo posto e lancia un guanto di sfida che caratterizzerà un girone di ritorno assolutamente infuocato.

La partita contro una volitiva Gemonese è stata condotta per larghi tratti con il piglio dai biancoverdi, e solo una fatale disattenzione a trenta secondi dal fischio finale ha privato il San Luigi di un’altra vittoria che ai punti avrebbe assolutamente meritato. Mister Sandrin decide di applicare il turn over pensando alla prossima finale di Coppa Italia contro l' Edmondo Brian, in programma a Fontanafredda sabato 22 dicembre, e lascia in panchina, tra gli altri, Male, Disnan, Stipancich e Muiesan, proponendo uno schieramento che vede Furlan tra i pali; linea difensiva a quattro con Crosato, Giovannini, Kozmann e Potenza; Villanovich Cottiga e Ianezic a centrocampo; Carlevaris e Tentindo a supporto della punta centrale Ciriello.

Nemmeno completata la consueta fase di studio ed al 6° va subito in gol il San Luigi: Carlevaris si inventa uno spunto micidiale sull’out sinistro e calibra un cross rasoterra che Ciriello finalizza sotto misura. Ancora opportunità per Tentindo e Ciriello in un primo tempo largamente dominato dalla squadra biancoverde che, anche a discapito di un terreno di gioco lontano parente di quello trovato in occasione della finale di Coppa Italia a gennaio, ha giostrato a piacimento anche con buona cifra tecnica. All'intervallo San Luigi avanti per 1 a 0 e assoluto padrone del match.

Ad inizio ripresa Stipancich sostituisce un acciaccato Ciriello, e quindi Ianezic, l’uomo per tutte le stagioni, si porta nella posizione di prima punta senza quindi alcun mutamento di modulo. Con il passare dei minuti cresce la Gemonese che aumenta di parecchio i propri giri alla ricerca di un gol che sfiora con Arcon, abile a sfruttare un errore difensivo sulla fascia sinistra ma Furlan si oppone alla grande ribattendo due volte le conclusioni dell’attaccante giallorosso. Il San Luigi non sta certo a guardare e confeziona almeno altre due nitide palle gol, di cui una clamorosa con Stipancich, decisivo l'intervento di Menegon, che non portano al raddoppio. Mister Sandrin richiama prima Carlevaris per inserire Norbedo e quindi poco dopo è la volta di Reder il quale prende il posto di Tentindo. La gara prosegue con la Gemonese protesa alla ricerca del pareggio e con il San Luigi che controlla e punge di rimessa. Al 42° ultimo cambio con Muiesan che rimpiazza Potenza. Quando ormai il destino del match sembra scritto, al 93° e quindi a tempo ormai quasi scaduto, arriva la beffa finale per Giovannini e compagni con il pareggio dei padroni di casa. Tutto nasce da un contropiede bene orchestrato sulla fascia destra che coglie scoperta la difesa sanluigina, con Arcon che brucia nello scatto Crosato e si presenta tutto solo davanti a Furlan, infilandolo con un diagonale. Rimane quindi un grosso rammarico per due punti importanti gettati al vento, ma anche una grande soddisfazione per questo girone d’andata e la consapevolezza dei mezzi a disposizione di Mister Sandrin per poter puntare ad un traguardo storico.

In classifica il San Luigi chiude il girone d'andata in testa con 37 punti e due lunghezze di vantaggio sulla Pro Gorizia.

SAN LUIGI: Furlan, Crosato, Potenza (Muiesan 42' st), Kozmann, Villanovich, Giovannini, Tentindo (Reder 29' st), Cottiga, Ciriello (Stipancich 1' st), Carlevaris (Norbedo 23' st), Ianezic. (Musolino, Male, Disnan, Bruno, Gridel). All. Sandrin.

 

 

 

 

Stampa